Terremoto, gravi danni anche al patrimonio artistico dell'Aquila

lunedì 6 aprile 2009 14:42
 

MILANO (Reuters) - Il patrimonio artistico dell'Aquila è stato gravemente colpito dal terremoto di stanotte, che ha provocato danni a monumenti storici e chiese.

Lo riferisce il Mibac (Ministeri per i Beni e le Attività culturali) in un comunicato, citando i dati emersi dai primi sopralluoghi operati dal personale della Direzione Regionale per i Beni culturali dell'Abruzzo e della Soprintendenza per i neni architettonici e il paesaggio dell'Aquila.

I crolli più gravi, spiega il comunicato, riguardano il campanile della chiesa di San Bernardino, il cupolino della chiesa di S. Agostino, la cupola della chiesa delle Anime Sante, il palazzo della prefettura in cui si trova anche la sede dell'archivio di Stato e la parte terminale del transetto della basilica di S. Maria di Collemaggio.

Il Museo Nazionale d'Abruzzo, situato in un Castello cinquecentesco, è stato dichiarato inagibile fino a verifica dei vigili del fuoco a causa di alcuni crolli. Nel Castello hanno sede anche la Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici e quella per il Patrimonio storico, artistico e etnoantropologico dell'Abruzzo.

Il Ministero ha inoltre costituito una task force di esperti di supporto ai funzionari locali e un deposito è stato adibito al ricovero delle opere recuperate da edifici di culto pericolanti.

 
<p>Una chiesa danneggiata dal sisma a Paganica, in provincia dell'Aquila. REUTERS/Giampiero Sposito (ITALY DISASTER)</p>