Salute, cellule staminali potrebbero curare la sordità

giovedì 2 aprile 2009 14:37
 

di Ben Hirschler

LONDRA (Reuters) - Le cellule staminali potrebbero permettere alle persone sorde di ritrovare l'udito. Lo hanno detto alcuni scienziati britannici, analizzando i primi risultati di una ricerca.

Un team dell'Università di Sheffield ha dichiarato di aver scoperto come trasformare cellule staminali in cellule che si comportano come neuroni dell'udito o cellule sensoriali, che possono poi essere inserite chirurgicamente nell'orecchio per ridare l'udito a chi l'ha perso.

Il ricercatore Marcelo Rivolta ha spiegato che questo approccio, attualmente sperimentato su animali, ha un grande potenziale, ma che ci vorrà molto tempo prima che possa essere applicato a pazienti.

"Ci vorranno alcuni anni prima di poter avviare prove sugli umani", ha detto in un'intervista telefonica.

Le cellule nell'orecchio capaci di percepire il suono sono generate soltanto nell'utero, il che significa che non c'è modo di ripararle una volta danneggiate, e che la perdita dell'udito è permanente.

L'utilizzo di cellule staminali -- cellule madre in grado di riprodursi in tutti i tessuti e gli organi del corpo -- per generare le cellule dell'udito in laboratorio, potrebbe cambiare radicalmente la situazione.

Lo studio di Rivolta segue le tracce di una ricerca ad uno stadio più avanzato che si focalizza sull'occhio, condotta da un altro gruppo di scienziati con sede in Gran Bretagna che progettano di usare le cellule staminali per curare la degenerazione maculare legata all'età, una diffusa causa di cecità, in test clinici che partiranno dal 2010 o 2011.

I medici sperano in futuro di poter usare le cellule staminali per curare una vasta gamma di malattie, come il Parkinson, il diabete e il cancro.   Continua...