Il miglior lavoro del mondo? Un'operazione marketing da sogno

mercoledì 1 aprile 2009 11:46
 

di Belinda Goldsmith

SYDNEY (Reuters) - Un'isola tropicale. Uno scandalo a luci rosse. Il premio? Il miglior lavoro del mondo.

Non è un reality show, ma una competizione che si è svolta realmente nello stato australiano del Queensland, durante una campagna pubblicitaria che mette in risalto come sempre più aziende stiano sfruttando il potere dei social media come Youtube, Facebook e Twitter, in materia di marketing.

L'ente del turismo australiano Tourism Queensland si è superato con una campagna pubblicitaria globale in cui, per attirare visitatori alla Grande Barriera Corallina, ha chiesto loro di inviare delle domande di assunzione, tramite dei video, per "il miglior lavoro del mondo", custode di un'isola tropicale per sei mesi.

Non appena si è diffusa la notizia dell'offerta di lavoro sul sito www.islandreefjob.com, 36.684 persone da più di 200 paesi hanno inviato i loro video di 60 secondi, che tutti quanti possono vedere, per il lavoro da 150.000 dollari australiani sull'isola di Hamilton.

"E' stata davvero una grande idea, capace di scatenare l'immaginazione di qualunque persona, mentre sta seduta in un tetro ufficio e fuori piove", ha detto l'analista australiano Tim Burrowes, editore del sito web Mumbrella, che tratta proprio di media e marketing.

"Era già qualcosa di molto interessante dal punto di vista pubblicitario ma l'utilizzo dei video e dei social media ha trasformato quest'idea in qualcosa di ancora più grande".

Tra le altre candidature, il Tourism Queensland ha ricevuto anche quella di Osama Bin Laden e quella di una donna che, in un video postato su youtube, si è tatuata un messaggio pubblicitario a favore della Grande Barriera Corallina sul braccio, pur di ottenere il lavoro.

DISCRIMINAZIONI PER ETA', PORNO, PUBBLICITA'   Continua...