Queen Latifah denunciata da sue ex consulenti

martedì 31 marzo 2009 09:50
 

NEW YORK (Reuters) - Una stilista e una truccatrice hanno fatto causa alla cantante e attrice statunitense Queen Latifah, per il mancato pagamento di centinaia di migliaia di dollari per i servizi che le hanno reso negli ultimi cinque anni.

In due denunce presentate ieri al tribunale di Manhattan, la makeup artist Roxanna Floyd e la stilista Susan Moses hanno accusato la vincitrice del Grammy Award - vero nome Dana Owens - di non aver rispettato il contratto.

Floyd sostiene di essere in credito di oltre 700mila dollari per aver contribuito a sviluppare, produrre e commercializzare la "Queen Collection", la linea di cosmetici della cantante per CoverGirl.

Moses da parte sua dice di vantare un credito di oltre 300mila dollari per aver fatto da consulente a Owens, 39 anni, nel suo ruolo di portavoce e modella per "Curvations", una linea di lingerie che si rivolge a donne con taglie forti.

Nelle denunce si dice che Floyd e Moses hanno concluso le rispettive relazioni di lavoro con Owens nel febbraio 2008.

Entrambe hanno fatto da consulenti alla Owens per i suoi ruoli cinematografici, incluso quello in "Hairspray" nel 2007.

Non è stato possibile raggiungere una portavoce dell'artista.

 
<p>L'attrice Queen Latifah alla notte degli Oscar REUTERS/Mario Anzuoni</p>