Pepsi testa nuovi distributori di bibite "ecologici"

lunedì 30 marzo 2009 08:25
 

NEW YORK (Reuters) - Pepsi sta effettuando dei test su un nuovo tipo di distributori automatici di bibite più rispettosi dell'ambiente, una mossa per ridurre l'impatto ambientale dell'industria delle bevande gasate con benefici per i propri costi energetici.

Il test, che comprende una trentina di macchine distributrici nell'area di Washington Dc, è appena iniziato. Pepsi pensa di distribuirle poi in tutto il mondo per molti anni, ha detto Robert Lewis, vicepresidente del settore sviluppo imballaggi e attrezzature.

Le nuove macchine richiedono 5,08 kilowattora al giorno, circa il 15% in meno della media nazionale delle attuali macchinette che è di 6 kilowattora, che è comunque il 44% in meno della media di energia che richiedevano i distributori di sei anni fa.

Le nuove macchinette producono anche gas effetto serra del 12% inferiore alle attuali, in parte usando per la refrigerazione anidride carbonica invece degli idrofluorocarburi (Hfc), che gli scienziati ritengono contribuiscano al riscaldamento del pianeta.

I distributori "verdi", che sono stati elogiati da Greenpeace, sono l'ultimo passo di Pepsi nella promozione di uno stile più ecocompatibile. Sia Pepsi che Coca-Cola sono state criticate per un uso eccessivo di plastica ed hanno fatto cambiamenti come l'uso di bottiglie più leggere e un risparmio maggiore di acqua.

 
<p>Bottigliette di Pepsi. REUTERS/Luke MacGregor</p>