Sudafrica, salta conferenza pace dopo visto negato al Dalai Lama

martedì 24 marzo 2009 12:21
 

di Agnieszka Flak

JOHANNESBURG (Reuters) - Una conferenza di pace con premi Nobel in Sudafrica è stata rinviata dopo la decisione del governo di negare il visto al Dalai Lama. Lo hanno riferito oggi gli organizzatori dell'evento.

Diversi premi Nobel hanno minacciato di boicottare la conferenza per la decisione di negare il visto al leader spirituale tibetano, ma il governo ha detto che si atterrà a quanto stabilito.

Media locali dicono che il visto è stato rifiutato a causa di pressioni da parte della Cina, importante investitore e partner commerciale.

La conferenza, che avrebbe dovuto aver luogo il 27 marzo, era stata organizzata dalle autorità calcistiche in Sudafrica, che ospiterà la Coppa del Mondo del 2010, per lanciare un messaggio contro la xenofobia e il razzismo in vista del torneo.

"Abbiamo deciso di rinviare la conferenza di pace fino a ulteriore avviso", ha detto Irvin Khoza, presidente del Comitato organizzatore di Sudafrica 2010, precisando che l'evento si terrà quando tutti gli invitati potranno partecipare.

Il portavoce del governo Thabo Masebe ha detto che la presenza del Dalai Lama in questo momento non è esattamente nell'interesse del Sudafrica.

"Ci atterremo alla nostra decisione. Nulla cambierà. Il Dalai Lama non sarà invitato in Sudafrica. Non gli daremo un visto da adesso alla Coppa del Mondo", ha aggiunto il portavoce.

La decisione si è attirata le critiche dei partiti di opposizione in un Paese che si è proposto come un modello per la democrazia e i diritti umani dalla fine dell'apartheid nel 1994.

Il leader spirituale tibetano era stato invitato a partecipare alla conferenza da altri premi Nobel: l'arcivescovo Desmond Tutu, FW de Klerk e Nelson Mandela.

 
<p>Sudafrica, salta conferenza pace dopo visto negato al Dalai Lama. REUTERS/Fayaz Kabli</p>