Se il clima cambia, l'acqua è il nuovo petrolio?

domenica 22 marzo 2009 17:44
 

di Deborah Zabarenko

WASHINGTON (Reuters) - E' l'acqua il nuovo petrolio? Se l'acqua è il nuovo tipo di bene prezioso che è stato il petrolio nel 20esimo secolo, la produzione di acqua pulita avrà la stessa forza politica del movimento ambientalista in un'epoca di cambiamenti climatici?

E in tempi di scarsità d'acqua, ci sono soldi da fare?

La risposta a queste domande, secondo gli attivisti ambientalisti che partecipano a un forum mondiale sull'acqua, è sì.

La conferenza di una settimana organizzata annualmente dalle Nazioni Unite e che termina oggi, Giorno Internazionale dell'Acqua, a Istanbul, fa il punto sulla gestione sostenibile delle risorse di acqua fresca.

La conferenza riconosce l'acqua come un bisogno umano assoluto: le persone possono vivere anche 30 giorni senza cibo, ma solo una settimana senza acqua. Quanto può vivere una persona senza petrolio?

Oltre un miliardo di persone non hanno accesso ad acqua pulita, e 2 miliardi e mezzo sono prive di acqua per uso igienico, e l'80% delle malattie sono causate da acqua sporca.

Potrebbe sembrare un'ironia, dato che la Terra è davvero un pianeta blu, vista dallo spazio, in gran parte ricoperto dall'acqua. Ma quello di cui gli umani hanno bisogno è acqua fresca e pulita, e la maggior parte dell'acqua sulla Terra è invece salata e sporca.

Quel che è chiaro, in questa edizione del World Water Forum di Istanbul, è la nozione che la disponibilità di acqua pulita e fresca è in calo, a causa del riscaldamento globale.   Continua...

 
<p>Immagine d'archivio di una bambina egiziana che beve dell'acqua a Dar El Salam, Il Cairo. REUTERS/Amr Abdallah Dalsh (EGYPT ENVIRONMENT SOCIETY POLITICS)</p>