Passione per l'opera è simile a colpo di fulmine, dice studio

mercoledì 18 marzo 2009 08:38
 

NEW YORK (Reuters) - Gli amanti dell'opera ritengono che la loro passione per questo genere teatrale sia come innamorarsi con un colpo di fulmine, una sensazione in cui la prima emozione è molto forte, secondo uno studio americano.

Lo studioso Claudio Benzecry, docente di sociologia all'università del Connecticut, ha trascorso le stagioni liriche dal 2002 al 2005 a osservare e intervistare gli amanti dell'opera che frequentavano la Colon Opera House di Buenos Aires.

Per cercare di capire come nasce la passione per l'opera, Benzecry si è concentrato sul pubblico di diverse fasce sociali che va a teatro, sentendo i pareri di chi siede in platea ma anche quelli di chi affolla il loggione o segue lo spettacolo in piedi.

Benzecry ha spiegato che la maggior parte degli intervistati descrive la forte attrazione provata la prima volta all'opera come un qualcosa di esplosivo, che ha effetti fisici intensi e duraturi, un'emozione non molto diversa da quella che si prova quando si ha un colpo di fulmine.

Poi inizia la fase di apprendimento, durante la quale gli amanti di questo genere impiegano diversi anni per capire come apprezzare a pieno gli spettacoli.

"Gli appassionati di questo genere restano folgorati quando ancora non sono esperti di opera, prima ancora di avere le competenze per saper leggere questa esperienza", ha aggiunto Benzecry in una nota.

Il suo studio è stato pubblicato online sulla rivista Qualitative Sociology.

 
<p>La locandina del "Don Carlo" fuori dalla Scala di Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo</p>