Moda, torna in libertà stilista Gai Mattiolo

venerdì 6 marzo 2009 15:53
 

ROMA (Reuters) - Lo stilista Gai Mattiolo, accusato di bancarotta fraudolenta, non è più agli arresti domiciliari. Lo riferiscono oggi fonti giudiziarie.

La decisione del gip di Roma Donatella Pavone riguarda anche l'avvocato di Mattiolo, Giancarlo Tabegna, che era stato posto ai domiciliari assieme allo stilista il 5 dicembre scorso, dopo che ai due erano stati contestati i resti di bancarotta fraudolenta preferenziale impropria e distrattiva impropria.

La richiesta di rimetterli in libertà era stata respinta una prima volta dallo stesso gip il 15 dicembre.

Gli indagati sono accusati per il primo reato di aver versato un milione 549mila 370,70 euro a favore della Gai Mattiolo Holding Spa, mediante compensazione di crediti e debiti.

Quanto al secondo reato, Mattiolo e Tabegna avrebbero distratto, alla Gai Mattiolo Spa, royalties dovute alla società Sabatini Spa per le collezioni della stagione autunno-inverno 2006/2007, per un valore di 350.000 euro, pari al 10% delle fatturato generato dalle vendite.

I due indagati si sono dichiarati estranei alle accuse.

 
<p>Lo stilista Gai Mattiolo in un'immagine d'archivio. REUTERS/Alessandro Bianchi SR/ACM</p>