Cinema, 'Watchmen' punta a conquistare un ampio pubblico

mercoledì 4 marzo 2009 18:24
 

di Alex Dobuzinskis

LOS ANGELES (Reuters) - I creatori di "Watchmen" lo definiscono una nuova e psicologicamente più complessa versione dei film sui supereroi, ma sperano che conquisti i botteghini esattamente come quelli tradizionali.

Per riuscirci, "Watchmen", che farà il suo debutto nelle sale di tutto il mondo questa settimana, secondo gli esperti dovrà attrarre anche chi non ha mai sentito parlare di personaggi come Rorschach, il Dottor Manhattan e Spettro di Seta.

Per anni la realizzazione di un film basato su "Watchmen", fumetto degli anni 80 di Alan Moore e Dave Gibbons, è stato visto come una missione impossibile a causa dei tanti personaggi, della violenza, delle digressioni e dei troppi dialoghi.

"E' un materiale difficile. Non puoi montarlo sulla capocchia di uno spillo", ha spiegato ai giornalisti il regista Larry Gordon.

Il regista Lloyd Levin, suo collega, sostiene che il pubblico stia diventando più sofisticato.

"L'audience cinematografica di oggi ha raggiunto lo stesso livello dei lettori di fumetti degli anni 80, e i supereroi sono i protagonisti assoluti; credo che ci possiamo spingere un passo oltre", ha detto Levin.

"Watchmen", che dura due ore e 43 minuti ed è costato circa 120 milioni di dollari, è ambientato nel 1985, sull'orlo di una guerra nucleare tra Stati Uniti e Unione Sovietica.

 
<p>Billy Crudup, uno dei protagonist di "Watchmen", alla presentazione del film a Hollywood, California. REUTERS/Mario Anzuoni</p>