Un quarto delle antilopi a rischio estinzione, dice studio

mercoledì 4 marzo 2009 10:20
 

OSLO (Reuters) - Un quarto delle antilopi nel mondo è a rischio estinzione a causa della caccia e dei danni prodotti dall'uomo al loro habitat che si estende dal Sahara al Tibet, secondo quanto rivelato oggi da uno studio.

L'antilope "saltante" del Sudafrica è l'unica i cui esemplari stanno aumentando, in controtendenza rispetto a tutti i 91 tipi di gazzelle e altre antilopi nel mondo, il cui numero è diminuito o è rimasto stabile.

Venticinque delle 91 specie di antilopi, ovvero circa un quarto, sono state giudicate "a rischio" in un censimento effettuato da un gruppo di esperti per la "Red List" delle specie a rischio, realizzata dall'Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn).

"La situazione di diverse specie è peggiorata dall'ultimo censimento completo di tutte le specie di antilopi (fatto) nel 1996", si legge in una nota. Fanno parte dell'Iucn governi, studiosi e organizzazioni per la tutela delle specie.

"Le principali minacce sono coltivazioni non sostenibili, sia per il cibo che per la medicina tradizionale, e la presenza umana nel loro habitat", ha detto Philippe Chardonnet, co-responsabile del gruppo che si occupa delle antilopi all'Iucn.

"Molte antilopi si trovano in paesi in via di sviluppo e questo è il motivo per cui è molto importante che collaboriamo con le comunità locali dato che è nel loro interesse personale aiutarci a tutelare questi animali", ha spiegato in una nota.

 
<p>Immagine d'archivio di antilopi. REUTERS/Laszlo Balogh(KENYA)</p>