Olocausto,vescovo lefevbriano:scuse Williamson solo primo passo

sabato 28 febbraio 2009 18:33
 

BERLINO (Reuters) - Il capo di un gruppo cattolico tradizionalista ha detto che le scuse del vescovo che nega l'Olocausto sono un passo importante ma soltanto il primo, e di sperare che ora scelga la strada del silenzio.

Questo il parere espresso dal vescovo Bernard Fellay, a capo dell'ultraconservatrice Fratellanza di San Pio X, raccolto da un settimanale tedesco, a proposito del vescovo britannico Richard Williamson, che fa parte dello stesso gruppo.

"E' la prima richiesta per un perdono ed un passo importante in questa direzione", ha detto Fellay a Der Spiegel.

Per la sua visione sull'Olocausto, che a suo dire non avrebbe fatto più di 300.000 vittime, Williamson è stato al centro di una polemica internazionale, è stato condannato anche dal Vaticano ed è stato costretto a lasciare l'Argentina.