Battaglia legale in processo a leggenda del baseball Barry Bonds

sabato 28 febbraio 2009 11:41
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Una battaglia legale sta caratterizzando la vicenda giudiziaria della leggenda del baseball americano Barry Bonds, accusato di aver mentito sul fatto di aver utilizzato steroidi.

Ieri l'accusa ha chiesto di sospendere l'udienza in attesa di poter richiedere ad una corte d'appello l'ammissione di prove che il giudice del tribunale aveva rigettato.

Bonds, 44 anni, che nel 2007 ha battuto il record storico di Hank Aaron diventando il giocatore di baseball che ha realizzato più home run, si è sempre proclamato innocente in attesa del processo previsto per lunedì dal quale spera di togliere le macchie che hanno segnato la sua reputazione.

Ed il baseball, già in calo di popolarità ed un tempo "passatempo nazionale", è stato a sua volta segnato dalla vicenda del suo giocatore più popolare, che deve rispondere di 11 illeciti per aver mentito ad un gran giurì sull'uso di droghe. In caso di condanna, potrebbe finire in carcere per dieci anni e più.

L'accusa che sostiene che Bonds abbia usato steroidi ed altre droghe per migliorare le proprie prestazioni ha subito un duro colpo la settimana scorsa quando il giudice distrettuale Susan Illston non ha ammesso una serie di elementi forniti contro Bonds.

L'accusa ha annunciato di voler ricorrere in appello contro questa decisione. Iniziativa che i difensori di Bonds hanno definito uno sperpero di risorse.