Internet, Facebook chiede opinioni a utenti su governance

venerdì 27 febbraio 2009 10:04
 

di Anupreeta Das

NEW YORK (Reuters) - Facebook chiede aiuto agli utenti per migliorare le proprie politiche di governance dopo aver sollevato aspre critiche per un cambiamento percepito da molti come autoritario e contrario al rispetto della privacy.

D'ora in avanti il social network sarà guidato da una serie di principi che riflettono la sua attenzione alla trasparenza e la sua apertura alla comunicazione, ha dichiarato ieri Facebook.

Sono in corso di approvazione le bozze di due documenti per quello che l'AD di Facebook Mark Zuckerberg definisce "un nuovo modello di governance".

Il primo, i "Principi di Facebook", riguarda la filosofia sulla privacy e sul controllo delle informazioni della compagnia, mentre il secondo, "Dichiarazione dei Diritti e delle Responsabilità", contiene le linee guida operative principali.

Tutti gli utenti di Facebook hanno libero accesso a questi documenti in attesa di approvazione, e nei prossimi giorni potranno esprimere i loro commenti a riguardo.

Il social network terrà conto delle opinioni degli utenti nell'approvare le politiche di governance. E i cambiamenti futuri seguiranno lo stesso modello democratico, ha precisato la compagnia.

"E' una grande dimostrazione di fiducia nei confronti degli utenti e della nostra volontà di coinvolgerli nel processo", ha detto Zuckerberg in un'intervista.

La mossa avviene dopo la reazione negativa di milioni di persone ad una modifica nelle condizioni di utilizzo di Facebook avvenuta all'inizio del mese, che prevedeva di mantenere il controllo delle informazioni personali degli utenti anche se questi si cancellavano dal sito.

Facebook ha risposto la settimana scorsa alla controversia annullando momentaneamente il cambiamento, mentre sollecita un feedback da parte degli utenti per creare un nuovo accordo condiviso.

Le nuove proposte mettono in chiaro che gli utenti hanno il controllo delle loro informazioni personali e sono liberi di cancellarle quando abbandonano Facebook.

 
<p>Mark Zuckerberg, AD di Facebook. REUTERS/Kimberly White (UNITED STATES)</p>