Libri, Naomi Klein vince premio britannico per "Shock Economy"

mercoledì 25 febbraio 2009 09:04
 

LONDRA (Reuters) - La giornalista e attivista canadese Naomi Klein ha vinto questa notte il Premio Scrittura di Warwick - alla sua prima edizione - per il libro "The Shock Doctrine" ("Shock Economy"), apprezzata indagine sull'economia neoliberista che l'autrice definisce "capitalismo del disastro".

Il volume, uscito nel 2007, sostiene che i governi e le multinazionali utilizzano disastri naturali come lo tsunami in Asia o guerre come l'Iraq o gli attentati dell'11 settembre 2001 per fare passare politiche che fanno comodo alle grandi aziende.

"Shock Economy è una indagine brillante, provocatoria, scritta in modo eccezionale su alcuni dei grandi oltraggi del nostro tempo", ha detto lo scrittore di fantasy China Mieville, che presiedeva la giuria.

Klein riceverà 50mila sterline per il premio, che viene assegnato ogni due anni, è sostenuto dall'Università di Warwick e viene attribuito a un testo "notevole" pubblicato in lingua inglese, o tradotto.

"In un momento in cui le notizie sul settore dell'editoria sono così tristi, è emozionante vincere un nuovo coraggioso premio che sostiene la scrittura, specialmente in concorso contro un'eccitante sfilata di altri libri", ha detto Klein in un comunicato.

Il libro della canadese era in concorso contro "Montano's Malady" dello spagnolo Enrique Vila-Matas, "Mad, Bad, and Sad: A History of Women and the Mind Doctors from 1800" della polacca di nascita Lisa Appignanesi, "The Art of Political Murder: Who Killed Bishop Gerardi?" del romanziere statunitense Francisco Goldman, "Reinventing the Sacred: A New View of Science, Reason, and Religion" del biologo americano Stuart Kauffman e "The Rest Is Noise: Listening to the Twentieth Century", del critico musicale Usa Alex Ross.

 
<p>Naomi Klein, a destra, in una foto d'archivio con il regista Avi Lewis alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2004. REUTERS/Alessia Pierdomenico</p>