Cinema, "Benjamin Button" e Mickey Rourke snobbati dagli Oscar

lunedì 23 febbraio 2009 08:47
 

LOS ANGELES (Reuters) - "Il curioso caso di Benjamin Button" è uscito sconfitto dalla notte degli Oscar, mentre Mickey Rourke sembra a rischio di tornare nell'oscurità dopo aver perso la sua battaglia per la statuetta come miglior attore, andata a Sean Penn.

Nonostante i tanti vincitori all'Academy Awards, ci sono sempre anche tanti perdenti, e "Benjamin Button" è una vittima di alto profilo.

Il film con Brad Pitt, su un uomo che nasce vecchio e muore bambino, aveva ottenuto 13 nomination ma si è portato a casa solo tre premi, tutti per categorie tecniche.

Come atteso, è stato oscurato da "The Millionaire", che ha vinto otto statuette, compresa quella per miglior film e miglior regia.

"Benjamin Button", che è stato in fase di sviluppo per decenni, ha incassato circa 176 milioni di dollari al botteghino in tutto il mondo. Ma è costato circa 150 milioni di dollari ed è lontano dal trasformarsi in un guadagno. E' distribuito da Paramount Pictures di Viacom e Warner Bros. Pictures di Time Warner.

Ma al film è andata meglio che ad altri. Le pellicole drammatiche "Il dubbio" e "Frost/Nixon", con cinque nomination ciascuno, sono andate a casa a mani vuote.

La sola grande sorpresa della serata è stata per la categoria di miglior film straniero, dove il cartoon israeliano sulla guerra, "Valzer con Bashir", ha perso a favore del giapponese "Departures".

Rourke, la cui carriera è stata in bilico per diversi anni, ha fatto un rientro alla grande con il film "The Wrestler", in cui interpreta un vecchio pugile con i giorni migliori alle spalle, già premiato all'ultima Mostra del cinema di Venezia. Il film aveva ottenuto due nomination, ma Rourke ha perso a favore della star di "Milk" Sean Penn, mentre Marisa Tomei ha perso come miglior attrice non protagonista a favore di Penelope Cruz per "Vicky Cristina Barcelona".

 
<p>Mickey Rourke,candidato come miglior attore per "The Wrestler", mostra l'immagine della sua cagnolina morta alcuni giorni fa. REUTERS/Mario Anzuoni</p>