Hollywood, un Oscar può far male alla carriera di un attore

venerdì 20 febbraio 2009 13:11
 

LOS ANGELES (Reuters) - Certe volte le star di Hollywood che sfilano sul red carpet nella speranza di aggiudicarsi un Oscar dovrebbero pensare bene a quello che vogliono.

Un Oscar infatti può coronare una carriera, come quella del regista Martin Scorsese ("The Departed"), o mettere in luce a Hollywood un attore veterano come Chris Cooper ("Adaption"), dandogli accesso a ruoli migliori e stipendi più alti.

Ma può anche essere una maledizione al botteghino. Vincitori passati come Nicole Kidman, Renee Zellweger, Halle Berry, Adrien Brody e Cuba Gooding Jr. non hanno avuto successo nel corso degli anni dopo il premio, anche se molti di loro sono poi stati ambiti di nuovo dagli studios di Hollywood.

Kidman per esempio ha vinto un Oscar nel 2002 con "The Hours", ma da allora la sua carriera non ha avuto un'impennata. L'attrice ha recitato recentemente in "Australia" un film per il quale ci sono speranze agli Oscar ma che non è riuscito ad aggiudicarsi nessun premio importante fino ad ora, rivelandosi un fallimento ai botteghini.

Anche la carriera di Zellweger è andata calando da quando ha vinto l'Oscar di migliore attrice non protagonista per "Ritorno a Cold Mountain" nel 2003, con film di scarso successo come "Cinderella Man" e "Leatherheads."

 
<p>L'attrice australiana Nicole Kidman. REUTERS/Andrew Parsons (BRITAIN)</p>