Usa: i giovani sono ottimisti per il futuro, nonostante la crisi

mercoledì 18 febbraio 2009 10:11
 

di Ed Stoddard

DALLAS (Reuters) - Kim Bischof sta per entrare nel mercato americano del lavoro dopo aver finito il college a maggio con una laurea in scienze dell'educazione specializzata al sostegno di studenti con difficoltà nell'apprendimento, e ha fiducia che l'American Dream sia ancora valido anche per lei, e che la recessione sia finita.

"C'è una domanda elevata per gli insegnanti di questo tipo ... non sono così preoccupata di non trovare un lavoro stabile", ha detto Bischof, 24enne originaria dell'Ohio.

Questo ottimismo, espresso da lei e da altri studenti intervistati, potrebbe riflettere il fatto che oggi molti giovani americani stiano meglio rispetto ai loro genitori alla stessa età.

L'attuale crisi economica sta facendo gravi danni, ma non ha ancora intaccato l'ottimismo di base dei giovani.

"Penso che avrò più opportunità di quelle che hanno avuto i miei genitori ... Molte opportunità vengono offerte anche dalla tecnologia", ha detto Theron Bowman, 20 anni, che si laureerà in economia questa primavera alla Southern Methodist University (Smu) di Dallas.

Tra i giovani di un'età compresa tra i 18 e i 29 anni, intervistati a ottobre del 2008 nel corso di un'indagine del centro di ricerca Pew, il 51% ha detto di pensare che i bambini di oggi staranno economicamente molto meglio rispetto ai loro genitori quando cresceranno.

Anche altri studenti del campus della Smu coltivano grandi speranze per il futuro. Jordan Jenkis, 20 anni, al secondo anno di ingegneria, è d'accordo sul fatto che la tecnologia offra grandi opportunità che erano immaginabili per la scorsa generazione.

Il suo sogno è di lavorare nella progettazione di video game, un settore che secondo lui ha appena iniziato la sua espansione.

Alcuni studenti hanno detto che, anche se le prospettive immediate non sono rosee, non sono preoccupati per il futuro a lungo termine.

Emily Stegich, 20 anni, specializzanda in economia, ha detto: "sto cercando di restare a scuola il più a lungo possibile". Ma spera che le cose migliorino nel giro di pochi anni, quando entrerà nel mondo del lavoro.

 
<p>Un giovane festeggia la laurea a New York. REUTERS/Shannon Stapleton/Files (UNITED STATES)</p>