Gran Bretagna, papà 13enne innesca dibattito su collasso società

venerdì 13 febbraio 2009 18:33
 

di Stefano Ambrogi

LONDRA (Reuters) - Un ragazzino di 13 anni è diventato uno dei papà più giovani della Gran Bretagna, rilanciando la preoccupazione per il crescente tasso di gravidanze tra gli adolescenti.

Alfie Patten, che sembra ancora più piccolo della sua età, aveva solo 12 anni quando la sua fidanzatina 15enne Chantelle Steadman è rimasta incinta dopo rapporti sessuali non protetti.

L'ex leader del partito conservatore Duncan Smith ha definito questo caso "tragico", un sintomo del declino sociale del paese.

"E' un esempio di che cosa abbiamo fatto della Gran Bretagna", ha detto al quotidiano londinese Evening Standard.

"Non è per muovere delle accuse: è per sottolineare il completo collasso in certe parti della società di ogni senso di cosa è giusto e cosa sbagliato".

Il primo ministro Gordon Brown ha detto di non sapere molto di questo caso specifico, ma ha dichiarato a Sky Tv: "Tutti noi vogliamo evitare le gravidanze tra gli adolescenti".

Maisie Roxanne è nata lunedì a Eastbourne e la polizia ha riferito che nonostante entrambi i genitori siano minorenni, non interverrà sul caso.

In un breve video pubblicato su YouTube il ragazzino, che non ha ancora cambiato voce, ha dichiarato di non sapere come sosterrà la sua famiglia.   Continua...

 
<p>Un neonato in un'immagine d'archivio. REUTERS/Tobias Schwarz</p>