Ciclismo, Coni contesta l'accusa di doping a spagnolo Valverde

mercoledì 11 febbraio 2009 16:28
 

ROMA (Reuters) - L'Ufficio di Procura Antidoping del Coni ha convocato il ciclista spagnolo Alejandro Valverde Belmonte per contestargli la violazione delle norme anti-doping, in relazione alla cosiddetta "Operacion Puerto", l'inchiesta spagnola legata al presunto uso di sostanze dopanti.

Lo riferisce il Comitato olimpico nazionale italiano in una nota diffusa sul proprio sito Web, aggiungendo che il ciclista, della società Caisse D'Epargne, è stato convocato per lunedì prossimo alle 12, per contestargli la violazione di alcuni articoli del codice Wada (l'agenzia anti-doping mondiale) e delle norme sportive antidoping italiane.

Il ciclismo spagnolo è stato seriamente scosso negli ultimi due anni dalla "Operacion Puerto", un'indagine sul doping che ha portato all'arresto del medico di un team e al sequestro di prodotti dopanti e sacche di sangue per trasfusioni.

I sospetti hanno circondato Valverde, il ciclista spagnolo di maggior successo degli ultimi anni, perché una delle sacche di sangue portava il nome del suo cane, Piti.

 
<p>Il ciclista spagnolo Alejandro Valverde Belmonte. REUTERS/Graham Watson/Pool (SPAIN)</p>