Egitto, ritrovate una trentina di mummie a Saqqara

lunedì 9 febbraio 2009 17:04
 

IL CAIRO (Reuters) - Un gruppo di archeologi israeliani ha trovato una trentina di mummie e almeno un sarcofago rimasto sigillato in una tomba che risale a circa 4.300 anni. Lo ha annunciato oggi in un comunicato il governo egiziano.

I ricercatori hanno trovato la camera mortuaria nel deserto, sul lato occidentale della Piramide a gradini di Saqqara, una delle più antiche grandi strutture di pietra del mondo, che risale al 2.650 circa avanti Cristo.

Le mummie sembrano appartenere a persone di età diverse. Una risale circa al 640 avanti Cristo, mentre il sarcofago sigillato, fatto di calcare e chiuso con gesso, è probabilmente assai più antico.

"Pensiamo che risalga all'Antico Regno, forse alla Quinta Dinastia", ha detto a Reuters l'archeologo Abdel Hakim Karar. La Quinta Dinastia ha regnato sull'Egitto dal 2.494 al 2.345 circa avanti Cristo.

E' insolito trovare tombe intatte in necropoli note come quella di Saqqara, che sorgeva vicino a Menfi, dato che i ladri avevano già saccheggiato nell'antichità.

La maggior parte delle mummie erano in nicchie scavate nelle mura della camera, che si trova a una profondità di circa 11 metri.