Cinema, in Italia nel 2008 4,2% di spettatori in meno

sabato 7 febbraio 2009 15:54
 

MILANO (Reuters) - Sono calati del 4,2% a 109 milioni, un po' in controtendenza con l'Europa, gli spettatori al cinema in Italia nel 2008.

E' quanto emerge da una ricerca effettuata da Media Salles, che opera nel Programma Media dell'Unione Europea con il sostegno del governo italiano.

Le cifre, presentate oggi alla Berlinale, il festival del cinema di Berlino, rivelano che i dati europei non sono omogenei: nel complesso, nell'Europa occidentale, gli spettatori sono aumentati dell'0,2% a 839,6 milioni rispetto al 2007.

Ma mentre Francia (che si conferma primo mercato europeo con un +6,2% a 188,8 milioni di spettatori), Germania (+3,2%) e il Regno Unito (+1,1%) chiudono il bilancio in positivo, Spagna (-8,5%) e Italia registrano una flessione.

Bilancio con segno negativo anche per la Grecia, che secondo i dati provvisori, ha registrato un calo del 13%. Male anche il Belgio (-3,1%) e il Portogallo (-2,1%), mentre stabili risultano Svizzera, Austria, Irlanda, Islanda, Paesi Bassi e Lussemburgo.

Il 2008 è stato per alcuni mercati di minori dimensioni un anno positivo, per esempio per la Danimarca, che cresce del 3%, e per la Svezia (+2,8%). La Norvegia è cresciuta del 9,7%, seguita dalla Finlandia col 7,7%.

 
<p>Le casse di un cinema. REUTERS/Arko Datta</p>