Segni del tempo di crisi: la recessione fa bene ai piatti pronti

giovedì 5 febbraio 2009 15:33
 

(Reuters) - La recessione globale si manifesta in modi più o meno evidenti, alcuni sono tristi, altri sono strani e spesso riflettono l'inventiva dello spirito umano. Di seguito c'è una lista di alcuni segnali caratteristici di questi tempi.

*I tempi difficili per l'economia sono una buona notizia per i produttori di piatti pronti. "I nostri affari crescono quando l'economia è in recessione", ha detto Koki Ando, presidente del giapponese Nissan Food, che produce i Cup Noodles. "Credo che le persone abbiano smesso di pensare che cucinare a casa sia più economico e i piatti siano più buoni. Le tagliatelle istantanee sono diventate parte della loro dieta adesso." Ando ha detto che la sua compagnia ha venduto circa 2,6 miliardi di piatti istantanei all'anno in Giappone.

* Risparmiare o non risparmiare, questo è il problema. Come Amleto, gli economisti non riescono a capire come possono risollevare l'economia globale in crisi. Negli Stati Uniti l'American Institute of Certified Public Accountants sta diffondendo annunci che incoraggiano la gente a risparmiare. Uno di questi raffigura una cassaforte riempita con scatole di cibo cinese d'asporto e recita: "Cucina la cena invece di ordinarla. 9 dollari al giorno x 5 giorni a settimana x 10 anni, x un tasso di interesse del 6% = 46.694 dollari risparmiati.

Ma in Finlandia, una campagna nazionale esorta la gente a consumare. Un poster raffigura un salvadanaio a forma di porcellino con delle corna da diavoletto e dichiara: "Non alimentate la recessione". Non ci sarà recupero, argomenta la campagna, finché la gente non tornerà a spendere.

* Parlando di salvadanai a forma di maialino: la catena britannica di grandi magazzini Debenhams dichiara che le vendite di salvadanai sono cresciute del 150% l'anno scorso. "E' una tendenza affascinante: visto che per molti i tassi di interesse continuano a scendere, non c'è motivo di tenere i risparmi in banca", ha detto Jay Seal, cliente di Debenhams al Daily Telegraph.

"Sembra che i consumatori stiano adottando la vecchia mentalità di "tenere i risparmi sotto il materasso" mettendo tutti i soldi contanti che hanno in un salvadanaio piuttosto che in banca".

* E' stato creato un gruppo di sostegno chiamato Dating A Banker Anonymous per le fidanzate e le mogli dei banchieri americani, depresse perché non fanno più lunghe vacanze e non ricevono più regali costosi o inviti a cena in ristoranti di lusso, dato che i loro partner sono a corto di soldi o hanno perso il lavoro. "Se la tua paghetta mensile da destinare all'acquisto di accessori di Bergdorf è stata dimezzata", si legge sul sito web del gruppo, //dabagirls.wordpress.com/, "rilassati con una risata e manda un'e-mail con la tua storia alle dabagirls".

* Per quelli che cercano di annegare i loro dispiaceri nell'alcol, un bar nella capitale del Cile offre un "Menù crisi" con cocktail a prezzi scontati.

Alcuni tra i cocktail offerti dal bar Catedral vicino al centro finanziario di Santiago sono il "Subprime", il "Recessione", il "Bailout" e il "Nettare di Madoff". "I nomi riferiti alla crisi attirano subito l'attenzione ... e anche i prezzi sono buoni", dice Angelica Quezada, dirigente bancaria di 38 anni, mentre assapora un "Dow Jones", cocktail a base di vodka con gelato ai gusti di arancia e pesca.   Continua...