Energia rinnovabile, in 2008 solare supera idroelettrico

giovedì 5 febbraio 2009 13:56
 

MILANO (Reuters) - L'energia solare ha superato quella idroelettrica come seconda maggiore fonte rinnovabile dopo l'eolico, raggiungendo il 20% del totale.

E' quanto emerge dal rapporto sul 2008 di PricewaterhouseCoopers, dal titolo "Renewables Deals", sui deal realizzati nel settore.

L'impatto del credit crunch ha fatto scendere il controvalore e il numero delle operazioni, ma il settore delle rinnovabili ha resistito meglio rispetto ad altri comparti che hanno visto crollare l'attività di M&A.

Di conseguenza, un quarto dei deal nel settore energetico riguarda tecnologie o asset legati alle rinnovabili, mentre il controvalore ora rappresenta un decimo del totale.

Fra il 2007 e il 2008 sono stati annuncaiti 441 deal nelle rinnovabili, per un controvalore di 70,3 miliardi di dollari.

Le operazioni nel solare sono quadruplicate in numero e più che quadruplicate in controvalore l'anno scorso rispetto al 2007. La media dei deal nel solare è salita a 89,3 milioni di dollari da 76,7 milioni.

L'Europa, sottolinea il report di PwC, fra il 2007 e il 2008 ha visto balzare il valore dei deal nelle rinnovabili, arrivato a 17 miliardi di dollari, mentre nel resto del mondo c'è stata una flessione del 63%.

Complessivamente, i deal nelle rinnovabili sono calati del 7% nella prima parte del 2008, mentre nel secondo semestre la contrazione è stata più marcata, a 13,9 miliardi da 29,5 miliardi di dollari.

Fra le prime dieci operazioni del 2008, graduatoria guidata dalla portoghese Edp Renovàveis, non figura alcun deal italiano. Nel rapporto si legge che le transazioni in Italia hanno avuto un controvalore di 854 milioni di dollari, pari al 5% del totale europeo. In questa classifica, il nostro Paese è staccato rispetto a Portogallo, Spagna, Gran Bretagna e Germania.   Continua...

 
<p>Immagine di pannelli solari. REUTERS/Regis Duvignau (FRANCE)</p>