Usa, spopola blog su "drammi" fidanzate manager in crisi

venerdì 30 gennaio 2009 14:11
 

LOS ANGELES (Reuters) - La loro disponibilità di spesa per i vestiti è dimezzata, hanno dovuto licenziare i personal trainer e la loro vita sessuale è sprofondata.

Sono le donne -- un tempo viziate e ora assai contrariate -- che vivono al fianco di banchieri Usa e parlano apertamente di come la crisi finanziaria abbia cambiato le loro vite e le loro relazioni.

"Dating A Banker Anonymous" (dabagirls.wordpress.com), è un blog avviato da due newyorkesi che sta spopolando in Rete. L'iniziativa ha provocato reazioni contrastanti da parte di femministe, sospetti di una trovata pubblicitaria e ilarità per delle storie che parlano di fine settimana in Europa e biglietti all'opera che hanno lasciato il posto a notti depresse di banchieri in ansia davanti ai notiziari finanziari televisivi.

"Le ore della tata sono ridotte, dimezzate sia la carta di credito di famiglia che quella mia personale, e io sto passando dai massaggi nel mio centro di bellezza preferito che propone yoga e vino Downtown, a posti a orario continuo Midtown in bugigattoli con donne che indossano giacchette rosa, hanno il trucco pesante e fanno solo trattamenti facciali", dice una delle nuove arrivate, Cathy, che scrive della sua vita a Manhattan con un marito banchiere il cui guadagno si è ridotto in gennaio del 75%.

Il blog è descritto come "un posto sicuro dove le donne possono stare assieme, senza essere scrutate dalle femministe, e condividere i loro lacrimevoli racconti di come la crisi finanziaria ha minato le loro relazioni".

I commenti sul blog negli ultimi giorni sono stati vari, passando dalla solidarietà alle accuse di essere delle spietate cacciatrici di soldi, alla disapprovazione da parte delle femministe, alle risate su quello che qualcuno ritiene sia satira in un'epoca in cui gli eccessi di Wall Street sono bersaglio di molte derisioni.

In un blog sul sito web di National Public Radio, Linda Holmes sospetta che l'iniziativa sia una trovata pubblicitaria che punta a far ottenere ai suoi ideatori un programma tv o un contratto per un libro.

Ryan Tate, scrivendo su Gawker.com, ha definito le donne di questo blog "una casta che sta per implodere di viziate arpie", i cui compagni ed ex amanti "hanno sperperato i loro bottini con la stessa noncuranza con la quale li hanno accumulati".

Laney Crowell, editorialista nel campo della bellezza, e Megan Petrus, avvocato di New York, hanno detto di aver dato il via al sito quando hanno constatato che i loro compagni manager della finanza stavano per deragliare emotivamente dopo il crollo di riverite istituzioni finanziarie. "Abbiamo sentito che i nostri rapporti erano vittima dell'economia... non sapendo che altro fare, abbiamo fatto quel che persone arrabbiate ma ancora lucide fanno da sempre. Abbiamo iniziato un blog", hanno detto Crowell e Petrus, parlando con il New York Times questa settimana.

Le due non sono state immediatamente contattabili da Reuters.

 
<p>Una donna davanti all'American Stock Exchange a New York. REUTERS/Brendan McDermid</p>