Cinema, sceneggiatore di 'Milk' colpito dal protagonista

venerdì 23 gennaio 2009 11:23
 

LOS ANGELES (Reuters) - Il candidato all'Oscar Dustin Lance Black, sceneggiatore di "Milk", film su uno dei primi uomini apertamente gay eletto ad una carica pubblica in America, ha detto di aver sentito parlare per la prima volta di Harvey Milk quando era un adolescente omosessuale cresciuto come mormone devoto in Texas.

Dieci anni dopo Milk, carismatico attivista e politico gay di San Francisco, fu assassinato, e Dustin Lance Black ha detto che la sua storia lo ha colpito e ispirato.

"Mi ha dato molta speranza, permettendomi di ricominciare a crescere", ha detto Black dopo che "Milk" -- il suo primo film -- ha ricevuto otto candidature agli Oscar, tra cui quello per la migliore sceneggiatura originale e come miglior film.

Gus Van Sant è stato nominato come miglior regista, Sean Penn come miglior attore protagonista nei panni di Milk, e Josh Brolin come miglior attore non protagonista nel ruolo di Dan White, l'assassino di Milk.

Gli Oscar saranno consegnati il 22 febbraio.

Black è venuto a conoscenza della storia di Milk e della sua campagna per potenziare la comunità gay di San Francisco grazie al regista di un teatro locale all'età di 13 anni, dopo essersi trasferito nella Baia dal Texas con la sua famiglia.

A quel punto, ha raccontato Black, non aveva ancora dichiarato la sua omosessualità.

"Credo davvero che (Milk) mi abbia salvato in un certo senso", ha detto.

Nel 2004 lo sceneggiatore ha incontrato l'attivista gay Cleve Jones, amico di Milk, che lo ha introdotto al circolo di amici del distretto Castro di San Francisco, permettendogli di iniziare le sue ricerche per raccontare la storia di Milk sul grande schermo.

 
<p>Lo sceneggiatore di "Milk" Dustin Lance Black. REUTERS/Robert Galbraith</p>