22 gennaio 2009 / 10:00 / 9 anni fa

Cinema, vertigini da star per Kristen Stewart dopo "Twilight"

di Alex Dobuzinskis

PARK CITY, UTAH (Reuters) - Il film sulla saga dei vampiri “Twilight” ha avuto sulla sua protagonista Kristen Stewart un effetto dirompente, trasformando la sua vita in una corsa vertiginosa sulle montagne russe, così sembra azzeccato che il suo prossimo film finisca in un parco divertimenti.

“Adventureland”, presentato questa settimana in anteprima al Sundance Film Festival, fa parte di una serie di cui la Stewart, 18 anni, è stata protagonista sin dal primo, quando aveva 11 anni.

Ma nessuno di questi film aveva attirato sull‘attrice l‘attenzione ricevuta da quando due mesi fa “Twilight” si è trasformato ai botteghini una miniera d‘oro, incassando dal suo debutto a novembre 324 milioni di dollari in tutto il mondo.

Nel film, la Stewart interpreta Bella Swan, una ragazza innamorata adorata da milioni di ragazzini che hanno divorato i romanzi della serie che ha ispirato il film.

La Stewart è una bimba di Hollywood, figlia di un direttore di scena e un supervisore delle sceneggiature, e la sua educazione a Los Angeles le ha consentito una contiguità con la fama che l‘ha aiutata a destreggiarsi con il circo mediatico delle celebrità di Hollywood.

“Sono cresciuta sul set. Non lo prendo così seriamente e allo stesso tempo lo prendo più seriamente di chiunque altro. E’ una sorta di equilibrio”, ha detto a Reuters al Sundance.

“Adventureland” è un film sulla maturazione di un neodiplomato di nome James, interpretato da Jesse Eisenberg (Il calamaro e la balena), che trova un posto di lavoro per l‘estate in un parco divertimenti.

Lì si innamora con una ragazza tormentata ma sincera, ballerina in costume, che si chiama Em Lewin (la Stewart) e scopre che il vero amore è un‘avventura in sè.

I BAGLIORI DEI MEDIA

Miramax Films farà uscire il film in marzo, dopo l‘anteprima al Sundance, festival per eccellenza del cinema indipendente Usa. Al festival, una storia d‘amore strana e stravagante come “Adventureland” può ottenere l‘attenzione dei media necessaria per attirare il pubblico ai botteghini.

Il regista di “Adventureland” Greg Mottola, che ha diretto nel 2007 la commedia di successo “Superbad,” ha detto di aver dato consigli alla Stewart su come far fronte alla fama ed al successo perchè l‘attenzione ossessiva dei media può essere opprimente per una teenager.

“Penso ci siano persone che hanno qualche innato gene da star cinematografica che consente loro semplicemente di destreggiarcisi, come George Clooney. Ma a lui non è successo quand‘era così giovane. Così sento che per lei è qualcosa di davvero difficile”, dice.

Potrà anche esser giovane, ma la Stewart è già in qualche modo una veterana e sembra saper affrontare bene i riflettori dei media e vuol rimanere in attività ad Hollywood.

Ha già alle spalle 16 pellicole che compongono la sua filmografia, tra cui “Panic Room,” “The Cake Eaters,” “Into the Wild” e “What Just Happened”.

Con all‘orizzonte nuove interpretazioni come la rocker Joan Jett e ancora Bella in “New Moon,” prossimo film della saga “Twilight”, la Stewart dice di non avere al momento progetti di andare al college.

“Non ora, forse quando crescerò un po’. Ma non ancora, non posso. E’ solo che ho avuto un sacco di richieste per parecchio tempo”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below