Clima, meno nebbia tra i motivi del riscaldamento dell'Europa

lunedì 19 gennaio 2009 10:15
 

LONDRA (Reuters) - La diminuzione di giorni nebbiosi e con foschia aiuta a spiegare perchè le temperature in Europa sono salite così rapidamente negli ultimi 30 anni, una scoperta che può aiutare a prevedere i cambiamenti climatici del futuro.

Cieli più puliti e meno inquinamento atmosferico possono aver contribuito ad una media del 5-10% dell'aumento delle temperature nella regione in questo periodo, afferma Geert Jan van Oldenborgh, ricercatore del Royal Netherlands Meteorological Institute.

"Le temperature in Europa sono salite del doppio rispetto a quanto previsto nei decenni passati dai modelli climatici. Meno nebbia significa più sole a livello del suolo e quindi temperature più alte", ha detto Van Oldenborgh, autore dello studio, nel corso di un'intervista telefonica.

La Commissione Intergovernativa Onu sui Cambiamenti Climatici, gruppo di centinaia di scienziati, ha previsto un aumento delle temperature in questo secolo tra 1,8 e 4 gradi centigradi.

Governi e ricercatori di tutto il mondo stanno sperimentando modi per rallentare l'aumento di temperature che gli esperti sostengono porteranno ondate di calura, siccità, tempeste sempre più violente, estinzione di specie ed innalzamento dei livelli dei mari.

In Europa, tuttavia, le temperature sono andate oltre i modelli climatici e Van Oldenborgh e colleghi vogliono capire perchè.

Hanno raccolto dati da 342 stazioni meteorologiche ed aeroporti di tutta Europa misurando i livelli di nebbia e foschia dal 1976. Il numero di giorni con visibilità inferiore ai due chilometri sono oggi la metà di 30 anni fa, da 20 a 10, hanno scritto i ricercatori sulla rivista Nature Geoscience.

Cambiamenti negli elementi meteorologici ed un miglioramento nelle politiche contro l'inquinamento atmosferico hanno contribuito a rendere il cielo più pulito ma i ricercatori non pensavano che questo potesse avere un grosso impatto in sé, afferma Van Oldenborgh. La tendenza ad un riscaldamento per la diminuzione di nebbia tuttavia in futuro dovrebbe diminuire. "Il clima non è semplice e questo è un nuovo fattore. Non spiega tutto ma spiega molto", ha detto Van Oldenborgh.

 
<p>Una giornata di nebbia in Inghilterra. REUTERS/Darren Staples</p>