Oxford, donna cerebralmente morta partorisce una bambina

martedì 13 gennaio 2009 15:52
 

LONDRA (Reuters) - Una donna britannica ha partorito una bambina prematura ma sana due giorni dopo essere stata dichiarata cerebralmente morta. Lo hanno dichiarato oggi i media.

I dottori dell'ospedale John Radcliffe di Oxford hanno fatto nascere la bambina, che pesava circa 0,972 kg, venerdì scorso, nel reparto cesarei.

La madre, Jayne Soliman, una ex pattinatrice su ghiaccio di 41 anni che aveva partecipato a competizioni a livello internazionale, non è riuscita a riprendersi da un'emorragia cerebrale che l'aveva colpita mentre si trovava a casa.

I dottori hanno mantenuto attivo il battito cardiaco della donna per 48 ore dopo che era stata dichiarata la sua morte a livello cerebrale per far nascere la bambina. Le hanno dato due dosi di steroidi per permettere ai polmoni della bambina di svilupparsi, e poco dopo la sua nascita hanno smesso di far battere il cuore della madre.

Il padre della bimba, di origini egiziane, l'ha chiamata 'Aya', che significa 'miracolo' in arabo.

"Essere mamma era l'unico vero desiderio di Jayne. Sarebbe stata una mamma meravigliosa", ha detto al Daily Mail il padre di Aya, Mahmoud Soliman, di 29 anni.

"Nel giro di 48 ore ho provato gioia per la nascita di mia figlia e dolore per aver perso la mia fantastica moglie", ha aggiunto.