Australia, squali presi a pugni in diversi attacchi

lunedì 12 gennaio 2009 10:28
 

SYDNEY (Reuters) - Un australiano ha lottato oggi contro uno squalo mentre stava facendo snorkeling vicino a Sydney, riuscendo a liberare le gambe dalla sua presa con un pugno.

"Mi sono solo girato e ho iniziato a muovermi. Credo di averlo colpito", ha spiegato ai media locali Steven Foggarty, 24 anni, fuori dall'ospedale dove è stato portato.

"Vedevo il sangue su entrambi i piedi e ho dato un'occhiata veloce per vedere se ci fossero ancora le mie gambe".

Foggarty è stato morso alla gamba destra da uno squalo toro mentre stava facendo snorkeling a Lake Illawarra, a sud di Sydney.

Si tratta del terzo attacco da parte di squali in Australia in due giorni.

Ieri, al largo dell'isola di Tasmania, un surfer australiano ha preso a pugni alla testa uno squalo di 5 metri per soccorrere la cugina di 13 anni che era stata morsa ad una gamba. I due stavano facendo surf quando lo squalo bianco ha preso la gamba della ragazzina trascinandola a fondo. Il giovane, Syb Mundy, 20 anni, è intervenuto prendendo a pugni lo squalo e mettendo la cugina sulla sua tavola da surf per tornare a riva.

Mundy ha detto che colpire lo squalo alla testa è stato "come colpire un muro di mattoni".

"Era lungo come un'auto. Semplicemente un mostro", ha detto oggi Mundy ad una radio locale.

In un'altra semi-tragedia ieri, un surfista nella costa nordorientale australiana è sopravvissuto al morso di uno squalo ed è riuscito a tornare a riva con una ferita di 40 cm sulla coscia sinistra.   Continua...

 
<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Daniel Munoz (AUSTRALIA)</p>