Egitto, trovata mummia, si presume sia della regina Seshestet

giovedì 8 gennaio 2009 15:30
 

IL CAIRO (Reuters) - Alcuni archeologi egiziani hanno trovato i resti di una mummia che si pensa appartengano alla regina Seshestet, madre di un faraone che governò l'Egitto nel 24esimo secolo a.C.. Lo ha reso noto oggi lo stato egiziano.

Dopo cinque ore passate a cercare di sollevare il coperchio di un sarcofago scoperto l'anno scorso in una piramide a sud del Cairo, gli studiosi hanno trovato teschio, gambe, bacino e altre parti del corpo avvolte nel lino, e alcuni oggetti di terracotta, ha detto il dipartimento statale delle Antichità.

Hanno anche rinvenuto dei drappi d'oro che venivano messi alle dita della persona mummificata.

La camera di sepoltura era già stata visitata da dei saccheggiatori di tombe, che hanno rubato gli altri oggetti.

"Pur non avendo trovato il nome della regina sepolta nella piramide, tutte le prove indicano che si tratta di Seshestet, la madre di re Teti, il primo re della Sesta Dinastia", ha detto in una nota l'archeologo capo Zahi Hawass.

Teti governò l'Egitto per almeno 10 anni intorno al 2300 a.C. ed è sepolto nella stessa zona. Gli archeologi hanno trovato molte mummie reali dell'antico Egitto, ma la maggior parte di esse risalgono al Nuovo Regno, iniziato 500 anni dopo il periodo di Teti.