Disoccupazione al primo posto delle preoccupazioni globali

giovedì 8 gennaio 2009 10:59
 

di Michelle Nichols

NEW YORK (Reuters) - La crisi economica globale ha fatto schizzare la paura della disoccupazione al primo posto delle preoccupazioni della gente, sorpassando povertà, disuguaglianze sociali, criminalità e violenza.

E' quanto emerge da un sondaggio condotto in 22 nazioni.

Circa il 41% degli intervistati ha detto che la maggiore preoccupazione è quella di rimanere senza lavoro, un salto di 13 punti percentuali rispetto all'anno scorso, quando la disoccupazione si trovava al quarto posto della classifica, secondo il sondaggio di novembre su un campione di 22.000 persone.

"Lavoro, lavoro, lavoro, è al primo posto in tutto il mondo", ha detto Clifford Young, di Ipsos Global Public Affairs, la compagnia internazionale di sondaggi e ricerche di mercato che ha condotto lo studio online. "Sembra che ci sarà bisogno di interventi statali".

I dati relativi agli Usa, rilasciati ieri, hanno mostrato che i datori di lavoro privati hanno tagliato 693.000 posti di lavoro nel mese di dicembre, molti di più rispetto alle previsioni e ai tagli registrati nel mese di novembre, pari a 476.000.

"(L'indagine) fa pensare che non si sta verificando un ritorno alla creazione di posti di lavoro e a programmi collegati all'occupazione, e suggerisce la necessità di un maggiore intervento statale nell'economia", ha detto Young.

Circa il 35% dei rispondenti si è dichiarato preoccupato soprattutto da povertà, disuguaglianze sociali e criminalità, al secondo posto a pari merito, mentre il 31% ha detto di temere la corruzione e gli scandali finanziari o politici.

In ottobre del 2007, la criminalità era al primo posto, seguita da povertà e disuguaglianze sociali, e da scandali politici o finanziari.   Continua...

 
<p>Un uomo fuori da un negozio chiuso per bancarotta REUTERS/Nick Zieminkski</p>