5 gennaio 2009 / 13:26 / 9 anni fa

Lotterie, 10 milioni non riscossi dal 2002, vanno alla ricerca

<p>Una donna attende l'estrazione del vincitore della lotteria "El Gordo" a Madrid, nel dicembre 2008. REUTERS/Susana Vera</p>

ROMA (Reuters) - Tra chi tenta la fortuna alla lotteria c’è sempre qualche vincitore che si dimentica di riscuotere e lascia ingenti somme nelle casse dello Stato, come i 780mila euro totali non reclamati nel 2008, che si aggiungono agli oltre 9 milioni non ritirati dal 2002.

Lo rivela una nota di Agipronews, agenzia di stampa per giochi a pronostico, precisando che nel 2007 la cifra è stata ben più consistente, pari cioè a 1 milione 125mila euro.

Per legge, i premi non riscossi entro il termine di 180 giorni dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale -- come da decreto sulle lotterie -- vengono incamerati dallo Stato e messi a disposizione della ricerca o destinati alla ristrutturazione di monumenti di interesse nazionale, come spiega la nota.

Nel solo 2003 i premi non reclamati ammontarono a quasi 4 milioni di euro, nel 2004 a oltre 1 milione e nell‘edizione del 2005 ci fu un vincitore che non ritirò un premio da 200 mila euro.

Dal 2002 ad oggi, conclude Agipronews, gli italiani hanno lasciato nelle casse dello Stato quasi 10 milioni di euro.

VENDITE BIGLIETTI: INCREMENTO IN BASILICATA E SARDEGNA, LAZIO AL PRIMO POSTO NEL 2007

Cinque regioni italiane hanno superato nel 2007 la soglia del 10% di incremento nella vendita di biglietti: Basilicata, con un aumento del 18%, Sardegna (+15,2%), Calabria (+15,1%), Campania (+12,5%) e Molise, che ha chiuso con una crescita del 10,9%.

Nel 2007 il Lazio risultò essere la regione con il maggior numero di biglietti della Lotteria Italia acquistati, con oltre 3,3 milioni di tagliandi venduti e con Roma detentrice assoluta del record dell‘anno con oltre 2,6 milioni di biglietti.

Seguiva a breve distanza la Lombardia con 2,3 milioni di biglietti -- 1,2 milioni nella sola Milano -- mentre in Emilia Romagna i biglietti della Lotteria Italia superarono quota 1,7 milioni e in Campania 1,4 milioni.

Quattro regioni nel 2007 hanno fatto registrare un segno meno, anche se il calo si è mantenuto sotto il punto percentuale: Emilia Romagna -0,8%, Toscana -0,7%, Valle d‘Aosta -0,4% e Piemonte -0,1%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below