Sudafrica, morta a 91 anni attivista anti-apartheid Helen Suzman

giovedì 1 gennaio 2009 15:54
 

JOHANNESBURG (Reuters) - Helen Suzman, una delle più note attiviste anti-apartheid del Sudafrica è morta all'età di 91 anni, secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Sapa.

L'ex politica aveva posizioni di aperta critica contro l'apartheid quando era molto raro fra i bianchi. E' stata nominata due volte per il premio Nobel per la Pace e ha ottenuto riconoscimenti dalle organizzazioni per i diritti umani di tutto il mondo.

La Sapa ha riportato le dichiarazioni della figlia Frances, secondo cui sarebbe morta in pace nella sua casa di Johannesburg.

La Suzman è stata la più famosa crociata bianca anti-apartheid per 36 anni, conducendo una battaglia parlamentare, spesso solitaria.

E' stata uno dei pochi bianchi a guadagnarsi il rispetto dei sudafricani neri. La Suzman faceva visita regolarmente in carcere al leader nazionalista nero Nelson Mandela, condannato all'ergastolo nel 1964.

Ricordando la prima visita che gli fece la Suzman nella sezione B del carcere di Robben Island, Mandela una volta dichiarò: "Fu uno spettacolo strano e meraviglioso vedere questa donna coraggiosa entrare nelle nostre celle e passeggiare nel cortile. E' stata la prima e ultima donna a onorare le nostre celle".

La Fondazione Nelson Mandela ha detto che il Sudafrica ha perso una "grande patriota e una combattente senza paura contro l'apartheid".

 
<p>L'attivista sudafricana anti-apartheid Helen Suzman SS/WS</p>