Australia, disperso poi ritrovato il robot-sub Nemo

domenica 28 dicembre 2008 13:09
 

SYDNEY (Reuters) - Un robot subacqueo chiamato Nemo, come il pesce protagonista del celebre cartone animato, ha rischiato di scomparire durante una missione di esplorazione dello stesso tratto di Oceano in cui è ambientato il film.

Lo ha detto oggi un ricercatore australiano.

Il robot, lungo 1,8 metri, fa parte di un progetto per studiare la corrente orientale australiana , una delle più forti correnti oceaniche al mondo che potrebbe giocare un ruolo importante nel riscaldamento globale, ha detto lo scienziato Ian Suthers.

Nel cartone animato "Alla ricerca di Nemo", il padre del piccolo pesce pagliaccio usava la corrente per raggingere il figlio catturato dai sub.

I ricercatori, però, hanno avuto una brutta sorpresa quando hanno rischiato di perdere il robot-sub Nemo -- del valore di 85.000 dollari e controllato via satellite -- nel suo viaggio inaugurale.

Suthers ha rivelato che il robot è stato preso da un vortice e trasportato per 16 giorni, prima di essere rintracciato all'inizio di dicembre.

Nemo fa parte di un progetto dell'Istituto di Scienze Marine di Sydney per studiare più da vicino la corrente che porta enormi quantità di acqua tiepida sulle coste est dell'Autralia.

Le temperature del mar di Tasmania, tra Australia e Nuova Zelanda, che la corrente attraversa, sono aumentate di oltre 2 gradi in meno di un secolo, secondo Suthers, un aumento tra i maggiori mai registrati in tutto il mondo. Le speranze sono che il robot-sub aiuti gli scienziati a capire meglio questo fenomeno.