Natale, Coldiretti: si pranza a casa, spesa intorno a 100 euro

martedì 23 dicembre 2008 12:26
 

ROMA (Reuters) - Nove italiani su dieci trascorreranno la vigilia e il pranzo di Natale a casa tra parenti e amici, con una spesa di poco superiore ai 100 euro a famiglia, gustando soprattutto i piatti della tradizione italiana.

E' quanto stima la Coldiretti.

"Portare in tavola meno caviale, ostriche e salmone e più bollito, cappelletti in brodo e pizze rustiche che recuperano le tradizioni del passato, è un motivo per riassaporare i gusti del passato ma anche per ridurre le spese del cenone e del pranzo di Natale", dice l'associazione degli agricoltori in una nota.

Peraltro, con le feste c'è una maggior disponibilità di tempo libero e sono in molti a cogliere l'occasione per dedicare un po' di tempo ai fornelli.

"Il fai-da-te casalingo garantisce -- precisa Coldiretti -- maggiore qualità perché offre la possibilità di scegliere con cura gli ingredienti e consente anche di risparmiare, con i cibi pronti che arrivano a costare anche cinque volte il prezzo delle materie prime impiegate".

La tendenza è, dunque, in questa fase di crisi, quella di una sostanziale tenuta del cibo Made in Italy con l'abbandono delle mode esterofile del passato pagate a caro prezzo.

"Evitare snobismi, come l'acquisto di frutta fuori stagione, consente di risparmiare moltissimo, con le ciliegie cilene che possono superare i 20 euro al chilo, senza peraltro garantire la stessa freschezza e genuinità di arance, mandarini, clementine e kiwi di produzione nazionale", consiglia Coldiretti.

E il 98% dei brindisi sarà nostrano, "con una netta sconfitta dello champagne rispetto allo spumante con quasi 120 milioni di bottiglie stappate in Italia e all'estero".

 
<p>Un albero di Natale in piazza San Pietro. REUTERS/Alessandro Bianchi</p>