Cinema, Cinetel: Kung Fu Panda film più visto del 2008 in Italia

martedì 23 dicembre 2008 11:37
 

MILANO (Reuters) - E' solo ottavo, nella classifica dei film più visti in Italia quest'anno, "Gomorra", il film italiano basato sul best-seller di Roberto Saviano, vincitore di diversi premi quest'anno al festival di Cannes e agli European Film Awards, superato da titoli come "Scusa, ma ti chiamo amore" di Federico Moccia e "Grande, grosso e...Verdone", di Carlo Verdone.

E' quanto emerge da una classifica stilata da Cinetel, che ha analizzato i dati relativi a 478 città italiane, corrispondenti a circa l'85% dell'intero mercato.

Il più visto in assoluto, riporta l'indagine, è il film d'animazione "Kung fu Panda", di Dreamworks Animation, diretto da Mark Osborne e John Stevenson, seguito da "Io Sono Leggenda", film di fantascienza del regista Francis Lawrence, in cui Will Smith si trova a essere l'unico umano sopravvissuto a un terribile virus.

"Twilight", storia d'amore tra una ragazza e un vampiro adolescente tratto dall'omonimo romanzo di Stephenie Meyer, ha avuto un enorme successo negli Usa, mentre nella classifica di Cinetel del 2008 risulta solo al settimo posto, probabilmente anche a causa della sua uscita nelle sale italiane solo alla fine di novembre.

Al 25esimo e ultimo posto della classifca troviamo "Caos Calmo", di Antonello Grimaldi, preceduto da "Vicky Cristina Barcelona", ultimo lavoro di Woody Allen, e "Non è un paese per vecchi", dei fratelli Coen, che sono stati proiettati nelle sale italiane rispettivamente per 8.214, 8.478 e 8.497 giorni, contro i 17.382 giorni di "Kung Fu Panda".

Di seguito le prime dieci posizioni della classifica:

1 - "Kung Fu Panda": Città 450; Giorni 17.382; Incasso in euro 17.035.828; presenze 2.900.673

2 - "Io Sono Leggenda": Città 395; Giorni 10.577; Incasso in euro 13.859.569; presenze 2.216.131

3 - "Grande, Grosso e... Verdone": Città 454; Giorni 13.186; Incasso in euro 12.940.795; presenze 2.173.688   Continua...

 
<p>Angelina Jolie al lancio del Dvd del film di animazione "Kung Fu Panda" a Hollywood. REUTERS/Mario Anzuoni</p>