Gerusalemme, trovata collezione di monete del settimo secolo

lunedì 22 dicembre 2008 16:32
 

GERUSALEMME (Reuters) - Alcuni scavi sotto un parcheggio nei pressi delle antiche mura di Gerusalemme hanno permesso il ritrovamento di una serie di monete d'oro risalenti a più di 1.300 anni fa. Lo ha riferito oggi l'autorità israeliana per le Antichità.

Gli archeologi hanno detto che le 264 monete rinvenute tra le rovine di un edificio del settimo secolo, verso la fine del periodo bizantino, sono una delle maggiori collezioni trovate a Gerusalemme.

"Avevamo trovato ceramiche, vetro, ma mai niente di questo genere", ha detto l'archeologa britannica Nadine Ross, che ha scoperto la collezione sotto una grossa roccia ieri, nella quarta e ultima settimana di scavi in Israele.

"E' molto eccitante", ha detto, mostrando una manciata di monete gialle luccicanti in ottime condizioni.

Le monete risalgono al periodo dell'imperatore bizantino Eraclio che regnò dal 610 al 641 d.C. Su una faccia è raffigurato l'imperatore in tenuta militare che stringe una croce nella mano destra, mentre sull'altra faccia c'è la croce.

Gli archeologi hanno detto che sono state coniate all'inizio del regno di Eraclio, prima che i persiani conquistassero la Gerusalemme bizantina nel 614.

"Si tratta di una delle più grandi e più importanti collezioni di monete mai scoperte a Gerusalemme, e certamente la più importante di quel periodo", si legge in una nota sul sito dei direttori Doron Ben-Ami e Yana Tchekhanovets.

"Poiché non sono state rinvenute ceramiche insieme alle monete, possiamo presupporre che la collezione fosse stata nascosta in una nicchia in un muro dell'edificio".

Fino ad ora, l'unica collezione di monete d'oro del periodo bizantino scoperta a Gerusalemme consisteva in cinque pezzi d'oro, hanno aggiunto.