Cate Blanchett invecchiata con grazia in "Benjamin Button"

lunedì 22 dicembre 2008 11:00
 

LOS ANGELES (Reuters) - Se i suoi fan non sapessero che è lei la protagonista di "The Curious Case of Benjamin Button" accanto a Brad Pitt, nessuno riconoscerebbe Cate Blanchett alla prima scena del film, quando appare una vecchietta avvizzita in un letto d'ospedale.

La 39enne attrice australiana -- premio Oscar nel 2004 per il suo ritratto di Katharine Hepburn in "The Aviator" e due volte candidata all'ambita statuetta lo scorso anno per "Elizabeth: The Golden Age" e "I'm Not There", in cui interpretava magistralmente Bob Dylan -- ancora una volta "scompare" per prendere i panni del suo personaggio in "Benjamin Button", che esce in Usa il giorno di Natale.

Blanchett ha subito una vera e propria trasformazione per interpretare Daisy, che da giovane ballerina invecchia nel corso del film per diventare ottantenne, mentre inspiegabilmente l'amore della sua vita ringiovanisce.

Secondo l'attrice gran parte del merito per la sua metamorfosi va a straordinari truccatori. Ma la sua interpretazione è stata aiutata anche dalle sue stesse esperienze -- le lezioni di balletto da bambina, la sua stretta relazione con la nonna e il suo primo lavoro, a 14 anni, come cameriera in un ospizio.

"Ci andavo dopo scuola... la cuoca preparava e io dovevo servire i piatti a tutti, chiacchierarci un po'... e poi pulire e sistemare tutto", ha raccontato.

Lo scorrere del tempo, la vita che passa e che ritorna, è il tema principale di "The Curious Case of Benjamin Button", dramma epico romantico su un uomo -- interpretato da Pitt -- nato ottantenne che con gli anni torna ad essere giovane.

 
<p>Cate Blanchett alla premiere di "The Curious Case of Benjamin Button". REUTERS/Mario Anzuoni (UNITED STATES)</p>