Formula 1, Ecclestone: alla Ferrari sempre trattamento speciale

sabato 20 dicembre 2008 16:50
 

LONDRA (Reuters) - Il boss della Formula Uno Bernie Ecclestone ha risposto alle critiche mosse nei giorni scorsi dal presidente della Ferrari Luca di Montezemolo spiegando nel dettaglio quanti più soldi la scuderia di Maranello riceva dal mondo della Formula Uno rispetto alle concorrenti.

"Ferrari riceve più soldi di tutti gli altri", ha detto il 78enne Ecclestone nell'edizione del Times oggi in edicola. "Ricevono circa 80 milioni di dollari in più".

"Quando vincono il mondiale dei costruttori, come hanno fatto quest'anno, ricevono 80 milioni di dollari più di quanto avrebbe ricevuto la McLaren se avesse vinto".

La Ferrari è la scuderia che ha avuto più successo in questo sport, l'unica ancora in Formula Uno che possa dire di essere stata presente fin dall'inizio del campionato mondiale, nel 1950.

Non è un segreto che la scuderia di Maranello riceva una fetta delle entrate derivanti dal mondo della Formula Uno maggiore rispetto a quella degli altri, a riconoscenza della sua importanza, ma finora non era mai stata rivelata alcuna cifra.

Le critiche di Ecclestone giungono dopo le dichiarazioni di Montezemolo che ha denunciato che la Formula Uno non viene gestita in modo normale, trasparente e che le scuderie dovrebbero ricevere una fetta maggiore dei guadagni.

"La sola cosa che non ha menzionato sono i soldi extra che la Ferrari ha avuto più di ogni altro team e tutte le cose extra che ha avuto per anni", ha detto ancora.

Un portavoce della Ferrari non ha fatto commenti sulle parole di Ecclestone.

"Comunque, il tema dei ricavi è uno dei più importanti in questo momento particolare in Formula Uno", ha aggiunto.

 
<p>Il boss della Formula Uno Bernie Ecclestone. REUTERS/Valery Hache/Pool</p>