California, procuratore generale contro bando su matrimoni gay

sabato 20 dicembre 2008 10:43
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Il procuratore generale della California Jerry Brown si è schierato a sorpresa a favore dell'eliminazione del bando del matrimonio tra omosessuali, dicendo alla Corte suprema dello Stato che viola il diritto alla libertà previsto dalla Costituzione.

La cosiddetta Proposition 8 -- che limita il matrimonio a un'unione soltanto tra un uomo e una donna -- è stata approvata dagli elettori della California il mese scorso bloccando i matrimoni tra persone dello stesso sesso e dando vita a una battaglia legale giunta alla Suprema corte dello Stato.

La stessa corte con una sentenza della scorsa estate aveva aperto le porte ai matrimoni gay.

Soltanto due Stati, il Massachusetts e il Connecticut, attualmente riconoscono i matrimoni tra persone dello stesso sesso, mentre la maggior parte degli altri Stati li hanno banditi.

Il bando approvato in California ha sollevato molte polemiche tra coloro che difendono i diritti delle persone omosessuali, scatenando proteste anche a livello nazionale.

 
<p>Alcuni partecipanti ad una manifestazione contro la Proposition 8 a Los Angeles, California REUTERS/Danny Moloshok</p>