Scienza, primo trapianto facciale in Usa: ricostruito 80% viso

giovedì 18 dicembre 2008 15:41
 

WASHINGTON (Reuters) - Una equipe di chirurghi ha ricostruito l'80% del volto di una donna per l'80% con un trapianto facciale di ossa, denti, muscoli e nervi. Si tratta del primo intervento di questo genere effettuato negli Stati Uniti.

I chirurghi hanno spiegato che la donna aveva subito un grave trauma costatole la perdita di un occhio, di gran parte del naso e della mandibola, tanto da non essere più in grado di respirare, sorridere e sentire odori e sapori normalmente.

"Ti serve una faccia per affrontare il mondo", ha detto durante una conferenza stampa Maria Siemionow, direttore di ricerca di chirurgia plastica alla Cleveland Clinic, in Ohio, dove è stata eseguita l'operazione.

La clinica non ha fornito dettagli sulla causa delle ferite che hanno deturpato il viso della donna, o su chi sia stato il donatore.

L'intervento è stato il quarto del genere nel mondo. Il primo è stato effettuato in Francia nel 2005, nei confronti di una donna sfigurata da un aggressione subita dal proprio cane, il secondo in Cina nel 2006 su un 30enne gravemente sfregiato da un orso, il terzo da un team francese nel 2007 su una donna affetta dal morbo di von Recklinghausen, malattia che deforma il viso.

Il quarto trapianto facciale, il primo negli Stati Uniti, ha richiesto 22 ore e l'impiego di un team di otto specialisti.

"Abbiamo impiantato la pelle, tutti i muscoli facciali nella parte superiore e centrale del viso, il labbro superiore, l'intero naso, gran parte del seno paranasale, la mandibola inclusi i denti, il nervo facciale", ha detto Francis Papay, primario di dermatologia e chirurgia plastica della clinica, che ha aggiunto: "La nostra speranza è ... che possa tornare a sorridere".

 
<p>I medici americani che hanno realizzato il trapianto di faccia. REUTERS/Aaron Josefczyk</p>