Vaticano attacca su bioetica, no a embrioni congelati,clonazione

venerdì 12 dicembre 2008 17:44
 

di Philip Pullella

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - Il Vaticano ha detto oggi che la vita è sacra a qualunque stadio dell'esistenza e ha condannato la fecondazione artificiale, la ricerca sulle cellule staminali embrionali, la clonazione umana e quei farmaci che impediscono alla gravidanza di prendere avvio.

In un documento su questioni di bioetica, a lungo atteso, la Congregazione per la dottrina della fede ha anche detto che la cosiddetta "pillola del giorno dopo" e la "pillola abortiva" RU-486, che impedisce l'azione degli ormoni necessari per mantenere un ovulo fecondato impiantato nell'utero, rientrano "nel peccato dell'aborto" e sono gravemente immorali.

"Istruzione Dignitas Personae: su alcune questioni di bioetica" è un tentativo di mettere la Chiesa al passo con gli ultimi progressi scientifici nel campo della medicina e di altre scienze.

Nel documento si sostiene che la vita umana merita rispetto "fin dai primi stadi della sua esistenza (e ) non può mai essere ridotta a un mero agglomerato di cellule".

"L'embrione umano ha fin dall'inizio la dignità propria della persona", secondo quanto si legge nel documento messo a punto dalla Congregazione per la dottrina della fede.

Il documento dice che la maggior parte delle forme di inseminazione artificiale "sono da escludere" perché "si vanno a sostituire all'atto coniugale".

Nel documento si condanna anche la fecondazione in vitro, dicendo che le tecniche "si svolgono di fatto come se l'embrione umano fosse un semplice ammasso di cellule che vengono usate, selezionate e scartate".

Il documento che si occupa di questioni scientifico-tecniche dice anche che soltanto la ricerca sulle cellule staminali adulte è morale perché la ricerca su quelle embrionali comporta la distruzione degli embrioni.

Nel testo, il Vaticano difende anche il proprio diritto a intervenire su tali materie.

"L'insegnamento morale della Chiesa è stato talvolta accusato di contenere troppi divieti. In realtà esso è fondato sul riconoscimento e sulla promozione di tutti i doni che il Creatore ha concesso all'uomo, come la vita, la conoscenza, la libertà e l'amore", si legge nel testo.

 
<p>Vaticano, esseri umani non sono solo un ammasso di cellule. REUTERS/Giampiero Sposito</p>