Cinema, Ledger candidato ai Golden Globe, preludio dell'Oscar

venerdì 12 dicembre 2008 10:36
 

LOS ANGELES (Reuters) - L'ultima interpretazione di Heath Ledger, nei panni del cattivo Jocker, è stata forse la migliore.

L'attore australiano, morto lo scorso gennaio per una overdose accidentale di medicinali, ha ricevuto ieri la nomination ai Golden Globe per il suo ruolo nel film "Il cavaliere oscuro", aumentando le possibilità di un raro riconoscimento postumo agli Oscar.

Ledger, 28 anni, ha ricevuto due premi la scorsa settimana, per il film uscito qualche mese dopo la sua morte prematura: il prestigioso premio internazionale come migliore attore dell'Australian Film Institute e il riconoscimento come miglior attore non protagonista 2008 della Los Angeles Film Critics Association.

Che Ledger sarebbe stato premiato si mormorava già dall'uscita di "Il cavaliere oscuro" lo scorso luglio, un film che ha incassato ai botteghini in tutto il mondo 997 milioni di dollari.

Hollywood generalmente snobba i film tratti da fumetti per l'assegnazione dei suoi premi, e gli Oscar postumi sono ancora più rari. Solo un attore ne ha vinto uno dopo la morte, Peter Finch, per il film del 1976 "Network".

In vita, Ledger ha ricevuto la nomination per il Golden Globe e l'Oscar per il ruolo del cowboy gay taciturno in "Brokeback Mountain", senza vincere. Ma questa volta potrebbe essere diverso.

L'attore compete al Golden Globe quest'anno con Robert Downey Jr. e Tom Cruise per la commedia satirica "Tropic Thunder", con Philip Seymour Hoffman per il film drammatico "Doubt" e con Ralph Fiennes per "The Duchess".

Jorge Camara, presidente della Hollywood Foreign Press Association, che consegnerà i premi il prossimo 11 gennaio, ha detto: "E' un peccato che Heath Ledger non sia qui per festeggiare".

 
<p>Una immagine di Heath Ledger dal film "Brokeback Mountain". REUTERS/Nicholas Roberts</p>