California, sotto tono sciopero omosessuali "Giornata senza gay"

giovedì 11 dicembre 2008 10:26
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Lo sciopero ribattezzato "Giornata senza gay", per protestare contro il "no" della California ai matrimoni tra persone dello stesso sesso, non è riuscito a scuotere l'economia, ma i partecipanti che non sono andati al lavoro per un giorno ne parlano come di un successo della comunità.

L'appello lanciato ieri su Internet affinché gli impiegati non andassero al lavoro, in occasione della giornata di protesta, ha rappresentato l'ultima di una serie di azioni da parte dei gay contro la "Proposition 8" californiana, approvata il mese scorso per consentire solo matrimoni tra eterosessuali.

Molte delle persone che hanno aderito alla manifestazioni hanno lavorato gratuitamente.

La norma, contro la quale si procede nelle aule giudiziarie, sta provocando reazioni risentite in tutto il mondo da parte dei sostenitori dei matrimoni gay.

Molte camere di commercio in California dicono di non essere state informate dello sciopero o di eventuali effetti.

"Non è il momento migliore per chiudere un'attività", ha commentato Sharon Sandow, a capo della Camera di commercio di West Hollywood, un'area di riferimento per gay e lesbiche nella zona di Los Angeles.

Le associazioni gay e lesbiche sostengono invece che il lavoro volontario fatto da chi ha aderito alla manifestazione ha mostrato di unire la comunità.

 
<p>Una protesta dei gay "No on Prop 8" in Santa Monica Blvd. a Los Angeles REUTERS/Danny Moloshok</p>