Edilizia abusiva, sequestrato un intero paese alle porte di Roma

mercoledì 10 dicembre 2008 15:38
 

MILANO (Reuters) - Gli uomini del Corpo forestale dello Stato hanno sequestrato oggi alle porte di Roma quello che ha definito "un intero paese sorto dal nulla": 117 edifici residenziali costruiti abusivamente su un'area classificata come agricola, in una delle operazioni più imponenti degli ultimi anni contro l'edilizia abusiva.

Il sequestro è avvenuto a pochi chilometri dal centro storico di Riano e ha interessato edifici costruiti su un appezzamento di 131 ettari, spiega una nota del Corpo forestale.

Nell'operazione, coordinata dalla procura di Tivoli, sono state iscritte nel registro degli indagati 193 persone accusate di lottizzazione abusiva, tra cui titolari delle singole concessioni edilizie, i direttori dei lavori, i costruttori e alcuni funzionari dell'ufficio tecnico del comune di Riano.

"Nell'area del sequestro, classificata come zona agricola, sarebbe stata consentita l'edificazione strettamente correlata all'attività e allo sviluppo delle imprese agricole, con la sola possibilità di realizzare dei borghetti agricoli. Sono stati invece costruiti immobili, già in parte abitati, che mancavano di ogni presupposto legato al processo di coltivazione dei terreni", si legge in una nota della Forestale.

"Gli interventi edilizi abusivi hanno letteralmente stravolto, rendendola ormai irriconoscibile, l'intera area".

Nell'operazione di oggi sono stati impegnati oltre 260 agenti della Forestale.

 
<p>Edilizia abusiva, sequestrato un intero paese alle porte di Roma. REUTERS/Jo Yong-Hak</p>