Clima, Prestigiacomo "cautamente ottimista" su intesa Ue

mercoledì 10 dicembre 2008 08:36
 

ROMA (Reuters) - Il ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, ha detto oggi di ritenere possibile un compromesso sul pacchetto "clima-energia" al Consiglio europeo di giovedì e venerdì prossimi, che tenga conto delle proposte italiane.

"Sono cautamente ottimista. Tutti i paesi europei si rendono conto che il tema va chiuso questa settimana", ha detto Prestigiacomo in un'intervista al Sole 24 Ore.

Alla domanda su quali siano ancora i punti aperti, il ministro ha risposto: "Sono irrinunciabili: l'esclusione dal pagamento delle quote di emissione per l'industria ad alta energia e per chi è esposto alla competizione extraeuropea, la clausola generale di revisione degli interi obiettivi, la possibilità di ricorrere ai meccanismi flessibili nei paesi non europei".

Il Consiglio europeo che inizia domani è chiamato a varare le misure proposte dalla Commissione, che puntano entro il 2020 a ridurre del 20% le emissioni di Co2, ad aumentare del 20% l'efficienza energetica ed arrivare ad utilizzare il 20% di fonti rinnovabili d'energia.

"Sono state accettate con un accordo soddisfacente le richieste italiane sulla disciplina giuridica degli impianti per catturare l'anidride carbonica e sulle fonti rinnovabili di energia", ha aggiunto il ministro.

"Restano aperte le questioni relative al sistema di gestione delle emissioni di CO2 con l'acquisto oneroso dei diritti, e dei settori esposti alla competizione internazionale... Vogliamo dare all'industria la possibilità di conseguire crediti di emissione per gli investimenti fatti nei paesi extraeuropei".

Il ministro degli Esteri, Franco Frattini, ha detto ieri che l'Italia lavora per un "compromesso equilibrato", che tenga conto delle esigenze italiane e di altri paesi dell'Europa centro-orientale.

 
<p>La ministro per l'Ambiente Stefania Prestigiacomo REUTERS/ Dario Pignatelli</p>