Milioni di musulmani chiedono perdono al pellegrinaggio haj

domenica 7 dicembre 2008 12:37
 

di Inal Ersan

ARAFAT, Arabia Saudita (Reuters) - Più di due milioni di pellegrini musulmani si sono riuniti intorno a una montagna a est della Mecca oggi per il momento culminante del pellegrinaggio dell'haj, chiedendo perdono a Dio.

Migliaia di tende sono state piantate nell'area, dove i pellegrini cantano "O Dio, sto ascoltando la tua chiamata". Le preghiere andranno avanti fino al tramonto per poi recarsi alla Grande Moschea della Mecca.

"Essere qui è meglio di qualsiasi altra cosa abbia mai vissuto ... meglio di quando ho visto i miei figli per la prima volta", ha detto Rawya Mohammad, una segretaria egiziana.

Come Rawya, in milioni sono arrivati prima dell'alba, alcuni a piedi, altri a bordo di autobus e migliaia su qualsiasi mezzo hanno potuto trovare.

"Mi sento privilegiato. Sono uno su un milione di musulmani onorati di poter fare il pellegrinaggio quest'anno. E' una ricompensa", ha detto Omar Salah, 38 anni, ingegnere egiziano.

L'haj ripercorre il cammino del profeta Maometto 14 secoli fa dopo aver rimosso gli idoli dalla Mecca, suo luogo di nascita, anni dopo aver iniziato a predicare la nuova fede, ora abbracciata da quasi 1,7 miliardi di persone in tutto il mondo.

Ad Arafat, i musulmani pregano per il perdono e per il benessere loro e dei fedeli musulmani.

I pellegrini si sposteranno di notte a Muzdalifa per raccogliere sassi da lanciare simbolicamente contro delle colonne che simboleggiano il diavolo.   Continua...

 
<p>Pellegrini musulmani all'esterno della moschea Namira, fuori dalla Mecca. REUTERS/Susan Baaghil</p>