Scala, oggi la prima. Cambiato il protagonista

domenica 7 dicembre 2008 12:13
 

di Ilaria Polleschi

MILANO (Reuters) - Non sarà più Giuseppe Filianoti il "Don Carlo" questa sera protagonista della prima della Scala che inaugurerà la stagione lirica, dopo l'anteprima di giovedì scorso per gli under 26.

Il teatro ha annunciato ieri sera in un breve comunicato, senza fornire spiegazioni, che Filianoti sarà sostituito dal tenore americano Stuart Neill, che fa parte del secondo cast.

Un 'colpo di scena' a neanche 24 ore dallo spettacolo più atteso nel tempio della lirica, non apprezzato dal cantante, che oggi sul Corriere.it dice di essere "stato tradito dalla Scala, pugnalato alla schiena all'ultimo momento".

"Ieri sera mi è stato annunciato che non canterò alla 'prima'. Don Carlo non sarò più io. La Scala mi vuol dare malato. Ma io, Giuseppe Filianoti, sto benissimo, pronto a cimentarmi in un ruolo in cui mi sento sicuro", ha detto il tenore al sito, imputando la sua cancellazione ad un errore tecnico commesso all'anteprima e annunciando che comunque stasera si presenterà in teatro, visto che tecnicamente non è stato "protestato".

L'opera di Giuseppe Verdi torna nel tempio della lirica dopo 16 anni -- come ha ricordato nei giorni scorsi il direttore Daniele Gatti, alla sua prima scaligera per Sant'Ambrogio -- in uno spettacolo in quattro atti, dalla durata complessiva di quattro ore e mezzo, che prenderà il via oggi pomeriggio alle 18 davanti ad un affollato parterre di politici e vip.

L'opera, ispirata al dramma di Friederich Schiller "Don Carlos, infant von Spanien", va in scena nella versione italiana del 1884 (la più concisa delle cinque conosciute) curata da Verdi per la Scala, in cui nel finale il fantasma di Carlo V chiama a sé il nipote nella tomba per sottrarlo ai frati del Sant'Uffizio, nella Spagna dell'Inquisizione.

In questa versione, come nell'opera originale -- il "Don Carlos" con libretto in francese, rappresentata per la prima volta all'Opera di Parigi l'11 marzo 1867 -- Verdi punta soprattutto sul dramma interiore dei protagonisti in scena, raccontando la storia di Filippo II (interpretato da Ferruccio Furlanetto), re di Spagna e padre di Don Carlo, innamorato di Elisabetta De Valois (Fiorenza Cedolins), che diventerà poi moglie del genitore.

"E' importante raccontare un'opera come questa andando direttamente al cuore dei personaggi", ha spiegato nei giorni scorsi Gatti.   Continua...

 
<p>La locandina del "Don Carlo" che aprir&agrave; la stagione alla Scala di Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo (ITALY)</p>