Gai Mattiolo ai domiciliari per bancarotta fraudolenta

venerdì 5 dicembre 2008 19:05
 

ROMA (Reuters) - Il noto stilista Gai Mattiolo è stato posto questa mattina agli arresti domiciliari per bancarotta fraudolenta dalla Guardia di Finanza di Roma.

Lo ha riferito una fonte giudiziaria, precisando che allo stilista e al suo avvocato Giancarlo Tabegna -anch'egli agli arresti domiciliari - sono state contestate le ipotesi di bancarotta fraudolenta preferenziale impropria e distrattiva impropria.

Nel primo caso, gli indagati sono accusati di aver versato 1 milione 549mila 370,70 euro a favore della Gai Mattiolo Holding Sa, mediante compensazione di crediti e debiti, mentre nel secondo Mattiolo e Tabegna avrebbero distratto, alla Gai Mattiolo Spa, royalties dovute alla società Sabatini spa per le collezioni della stagione autunno-inverno 2006/2007, per un valore di 350.000 euro, pari al 10% delle fatturato generato dalle vendite.

Risulta indagato nella vicenda anche Franco Sciunnacche, nei confronti del quale non è stata emessa alcuna ordinanza di custodia.

Il pm aveva chiesto l'arresto in carcere per Mattiolo e Tabegna, ma il giudice ha ritenuto opportuna un'ordinanza di misura cautelativa ai domiciliari.

Gli interrogatori nell'ambito dell'inchiesta avranno inizio la prossima settimana.